Agricoltura sostenibile per la tutela degli ecosistemi d’acqua dolce

|

L’acqua dolce stoccata nelle nevi perenni, nei ghiacciai, nelle falde acquifere, nei fiumi e nei laghi costituisce una minima parte delle risorse idriche globali, eppure è da questa porzione di riserve potabili che dipendiamo per i consumi domestici, industriali e per l’irrigazione necessaria alla produzione agroalimentare.

Il WWF nei giorni scorsi, in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua svoltasi il 22 marzo, ha ricordato che la tutela degli ecosistemi d’acqua dolce è fondamentale anche per preservare la biodiversità animale e vegetale. Bisogna dunque investire nell’agricoltura sostenibile, capace di ottimizzare e ridurre i consumi di acqua, tramite tecnologie irrigue più efficienti, la riduzione delle perdite nei canali di distribuzione, la somministrazione mirata dei fertilizzanti. Come sottolinea la stessa associazione ambientalista:

Gli ecosistemi d'acqua dolce (fiumi, laghi ecc.) sono stressati dall'agricoltura, in primis dalla filiera agroalimentare con cibi (soprattutto carne bovina, latticini e cereali) che arrivano sulle nostre tavole dopo cicli produttivi ad alto consumo di acqua: è la zona rossa su cui cittadini, imprese, investitori ed istituzioni devono incidere per ridurre i rischi di una crisi idrica globale.

Non a caso la Giornata Mondiale dell'Acqua quest’anno era dedicata alla relazione tra agricoltura e acqua, per ricordare ai cittadini che sprecare cibo equivale a sperperare le risorse idriche, spesso ingenti, che sono state necessarie per produrlo: dalla pianta, al processo di trasformazione industriale, alla preparazione. Per questo motivo il WWF ha lanciato la campagna Food, Water and Energy for all, for ever, in occasione del Summit mondiale per lo Sviluppo Sostenibile Rio + 20. Come spiega l’associazione in una nota, è fondamentale preservare le riserve di acqua dolce presenti sul nostro territorio:

In Italia circa il 60% dell’acqua dolce viene usato per l'irrigazione delle colture. Gli ecosistemi d'acqua dolce, non solo forniscono l'habitat per la sopravvivenza di numerosissime specie ma consentono anche lo stoccaggio e la fornitura di acqua potabile per soddisfare i bisogni fondamentali della popolazione umana.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA RIVISTA

Conferisco il consenso al trattamento dei dati personali