Alimentazione nelle scuole, dal 2017 si cambia

|

Il 2017 segnerà un crocevia importante per quanto riguarda l'alimentazione nelle scuole di tutta Europa. I bambini dai sei ai dieci anni, infatti, potranno beneficiare dei fondi comunitari per accedere a un menù tutto nuovo che sarà introdotto in tutti i paesi facente parte della Ue. Potranno consumare latte, verdura e frutta fresca, e allo stesso tempo avranno anche la possibilità di visitare le fattorie più vicine per imparare fin da piccoli come mangiare sano e senza sprechi dando il giusto valore al contatto con la Natura.

L'educazione alimentare dunque troverà sempre più spazio nel nuovo programma scolastico europeo di distribuzione nelle scuole, che accorperà i due precedenti, approvato dall’Europarlamento (con 584 voti favorevoli, 94 voti contrari e 32 astensioni), e che ora attende solo il via libera del Consiglio Ue. In questo modo si cercherà di sensibilizzare i bambini facendo capire loro l'importanza di una alimentazione sana che prediliga prodotti freschi e locali a discapito di quelli surgelati e preconfezionati di cui invece oggi si fa sempre più spesso uso, anche nelle scuole. Allo stesso tempo si porrà l’attenzione anche su un aspetto troppo spesso sottovalutato, ovvero quello di non sprecare il cibo. Tante le novità che verranno introdotte sulla possibilità di introdurre alcuni alimenti nel menù base togliendone degli altri, considerati poco indicati soprattutto per i bambini.

Il formaggio, per esempio, potrà essere distribuito a scuola ma solo se in aggiunta a frutta fresca, verdura e latte, oppure a latte senza lattosio. Banditi dalle mense invece i prodotti contenenti zuccheri e dolcificanti aggiunti, considerati dannosi per l’organismo, mentre frutta e verdura fresca, che i medici indicano da sempre come fondamentali all'interno di un regime bilanciato, saranno presenti in grandi quantità. I bambini insomma verranno istruiti fin da piccolissimi, perché capiscano l’importanza di mangiare sano per crescere bene.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA RIVISTA

Conferisco il consenso al trattamento dei dati personali