In Polonia puntano sul Biogas: un impianto in ogni Comune

Data: 29 agosto 2012  |  Di: Redazione

Categoria: Bio Energie

La Polonia inaugura l’era del Biogas, con obiettivi chiari, concreti e importanti: da qui al 2020 ogni Comune dovrà avere il suo impianto. Ciò rientra nel Programma di sviluppo Biogas 2010-2020, attraverso il quale la Polonia sta provando ad avere almeno un impianto di biogas agricolo installato in ogni comune entro la data riportata sopra.

Il primo è in fase di costruzione. Sarà di 2,4 MW Biogas e si troverà a Darzyno. Ente costruttore: Weltec Biopower, fornitore tedesco di tecnologie per la produzione di Biogas, chiamato in causa per produrlo a partire da un mix di mais e liquame. A fornire le due materie saranno gli agricoltori della zona. L’impianto è predisposto per trattare anche i rifiuti di patate, provenienti da una vicina azienda dedita alla produzione di patatine fritte. L’impianto si trova non lontano da Danzica. La sua gestione è stata affidata alla società Newd. La sua capienza contempla ben 4 serbatoi, ognuno da 5.000 mt cubi. Ogni serbatoio possiede 4-438 metri cubi in acciaio inox per la fase di fermentazione, unitamente ad un alimentatore da 50 metri cubi adibito al dosaggio.

La società di gestione dell’impianto, la Newd, lavora prevalentemente nel settore eolico, in qualità di utility. Per l’occasione è stata affiancata alla filiale polacca della casa che sta costruendo lo stesso impianto: la Weltec Poksa, sorella natia del luogo della fabbrica tedesca.

È proprio tale casa produttrice ad aver ritenuto che la Polonia offre tutte le condizioni possibili per la produzione di Biogas. Il Paese vanta una superficie agricola pari a quasi 18,5 milioni di ettari. Si tratta di una cifra da non sottovalutare, soprattutto dal momento che si parla di 1,5 milioni di ettari in più rispetto alla Germania.

Inoltre la Polonia vanta una grossa produzione di concime liquido proveniente da bovini, suini e pollame. La Weltec ha poi sottolineato le ottime condizioni delle infrastrutture presenti in Polonia, ideali per il tipo di produzione in questione.

Grazie ad alcune sovvenzioni nel campo dell’energia da fonti rinnovabili termiche e in virtù di una infrastruttura altamente sviluppata per il trasporto di gas e teleriscaldamento, il gioco può dirsi fatto.

Tags: , ,

0 Commenti

Lascia il tuo commento

* Campi Obbligatori

  • Stati arabi, cresce la preoccupazione per la sicurezza alimentare

    mele-alimentare

    Carenza di acqua e scarsa produttività agricola, sono questi i principali problemi a cui devono far fronte i paesi arabi del Medio Oriente e del Nord Africa: in totale 22 Stati, per una superficie totale di 13,7 milioni di chilometri quadrati, e una popolazione di 330 milioni... Continua

  • Lombardia, istituita la Banca della Terra

    Terra concimata

    Secondo quanto riportato nel dossier stilato dalla Coldiretti “Nella Green economy c’è lavoro per i giovani”, in Italia ci sarebbero circa 140mila ettari di terreno incolto, terre che, se non coltivate, presto diventeranno aride e non adatte alla coltivazione, e che, soprattutto, potrebbero dare lavoro... Continua

  • Agricoltura, largo ai giovani

    agricoltura giovani

    L’agricoltura italiana continua a far segnare dati positivi. Secondo l’ultimo rapporto della Coldiretti circa l’occupazione in agricoltura, infatti, nel terzo trimestre del 2014 il numero dei lavoratori nelle campagne è cresciuto ancora: +1.5% rispetto al periodo precedente, percentuale tripla rispetto a quanto registrato per gli altri comparti... Continua

  • Innovazione e sostenibilità, la nuova sfida delle aziende agricole italiane

    azienda agricola

    L’aumento esponenziale della popolazione mondiale pone l’agricoltura di fronte ad una grande sfida, ovvero aumentare la produzione e, allo stesso tempo, anche la sostenibilità, non solo ecologica, ma anche economica, dell’attività agricola. In Italia, almeno stando ai dati riportati dall’VIII Rapporto dell’Osservatorio... Continua

  • Ermes, il riso si controlla dallo spazio

    Riso Bianco

    I risicoltori europei hanno ora a disposizione un nuovo strumento che permetterà loro di controllare le colture direttamente da pc o da smartphone. Turro questo è possibile grazie ad Ermes – an Earth Observation Model Based Rice Information Service – progetto coordinato dall’Istituto per il rilevamento elettromagnetico dell’ambiente di... Continua