Cooperazione agricola tricolore, fatturato medio in crescita

|

Il fatturato medio del settore cooperativo agricolo tricolore è in crescita: lo dice il nuovo rapporto dell’Osservatorio della cooperazione agricola italiana, istituito dal Ministero delle Politiche agroalimentari e forestali. Dati confortanti non solo per quanto riguarda le voci relative al fatturato medio ma anche per l'export, mai così positivo come nell'ultimo anno (secondo le stime, si è registrato un fatturato di circa 6,6 miliardi di euro alla fine dell’anno, con un +1,5% sul 2015).

 

Al Nord si registrano aumenti ancora più netti rispetto al Sud, con Emilia Romagna, Veneto, Trentino Alto Adige e Lombardia che rappresentano il 77% del giro di affari complessivo della cooperazione agroalimentare italiana, pari a 27,6 miliardi di euro rivelandosi dunque le regioni di traino dell’intero Belpaese. Inoltre, tra i dati positivi da sottolineare, c'è anche quello che vede la presenza di aziende decisamente più consolidate, frutto anche di processi di aggregazione e fusione che nel lungo termine hanno portato a un aumento del fatturato, da 7,2 a 7,4 milioni di euro.

 

Insomma quello agricolo è un settore che continua a tenere botta nonostante gli anni sicuramente difficoltosi che sta attraversando e che non hanno reso semplice e fluido il lavoro quotidiano. Senza dimenticare che l'agricoltura dà lavoro anche a molte persone (dal nuovo rapporto si evince occupazione stabile con il segno più 0,4%, e monte complessivo delle retribuzioni invariato). Il settore ortofrutticolo, lattiero caseario e vitivinicolo continuano a macinare numeri importanti, avvalorati anche dal fatto che molti dei prodotti Made in Italy sono particolarmente apprezzati anche all'estero, ed ecco perché la voce esportazioni è sempre molto positiva anche nel 2016 che ci stiamo lasciando alle spalle, grazie alle ottime vendite sui mercati internazionali, molte aziende sono state quindi in grado di contrastare i meno positivi risultati sul mercato interno.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA RIVISTA

Conferisco il consenso al trattamento dei dati personali