Export agroalimentare, nel 2015 sfiorati i 37 milioni

|
E' stato un 2015 assolutamente positivo per l'export italiano che ha sfiorato i 37 miliardi di euro. Una cifra ragguardevole che colloca l'Italia in una posizione ancora di vantaggio nel settore agroalimentare.  La principale area di destinazione dei prodotti italiani si conferma l’Unione Europea con 24 miliardi di euro; la Nazione che più dimostra di apprezzare i prodotti italiani è la Germania che solo nel 2015 ha importato 6,5 miliardi di euro di prodotti agricoli e alimentari.Numeri da capogiro per un settore che dimostra ancora di essere florido: i prodotti italiani sono molto apprezzati in tutto il mondo ed è su questo che il Belpaese deve investire per risollevare una economia purtroppo ancora in crisi. Ma il traguardo dei quasi 37 miliardi di euro esportati non deve essere visto come un traguardo, tutt'altro. Considerando le difficoltà derivanti dall'embargo russo che ha di fatto bloccato, anche se in parte, le esportazioni, ecco che l'Italia può sperare di puntare ancora più in alto per il 2016 che è da poco cominciato. Ed ecco che in questa ottica è importante investire, per ottenere risultati ancora migliori. E' vero che il settore agroalimentare è ancora trainante e regala buoni numeri, ma è altrettanto vero che in Italia ancora molte aziende fanno fatica ad uscire dalla crisi che le ha colpite ormai da anni e per questi motivo on sono in grado di dare il loro contributo costante alla voce esportazioni. Per questo sono necessarie risposte di politica, in sede nazionale sia comunitaria, che vadano verso l’alleggerimento della burocrazia e la semplificazione, verso  la messa a punto di strumenti moderni per gestire le crisi di mercato. Il traguardo dei quasi 37 milioni per l'export insomma deve essere solo visto come un buon punto di partenza per volare ancora più in alto.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA RIVISTA

Conferisco il consenso al trattamento dei dati personali