Fao e Olanda collaborano per un uso equo dell’acqua

|
Si intensifica la collaborazione tra Fao e Olanda, in particolare modo sul piano della gestione idrica. Il governo olandese ha donato infatti ben sette milioni di dollari al fine di supportare l’utilizzo del telerilevamento. Un metodo che potrebbe rivelarsi molto utile: esso sarebbe un ausilio per quei Paesi le cui risorse idriche sono scarse. Paesi che sono locati principalmente in Africa e Medio Oriente. Con il metodo sperimentato molti Stati riuscirebbero a monitorare e migliorare il modo in cui l’acqua viene usata per i raccolti.Grazie a questa donazione il budget totale per il progetto finanziato dall'Olanda, che usa dati satellitari per trovare zone di terreno dove l'uso dell'acqua non porti a una produzione agricola ottimale, arriva a 10 milioni di dollari. Il dispositivo identifica la fonte del problema e raccomanda coltivazioni e tecniche di irrigazione differenti. Un progetto, senza dubbio, alquanto interessante. Il direttore generale della Fao, José Graziano da Silva, in occasione di una cerimonia tenutasi presso la sede della Fao a Roma in concomitanza con l'accordo tra l’Ente e l'Olanda, ha dichiarato che il nuovo programma usa alcune tra le più avanzate tecnologie e tiene conto degli ecosistemi e dell'uso equo delle risorse idriche.Da Silva ha inoltre sottolineato l'importanza del progetto, rammentando la pressione aggiuntiva che il cambiamento climatico pone sugli agricoltori per il modo in cui gestiscono risorse idriche ridotte.Non è una novità che l'acqua stia iniziando a scarseggiare, mentre al tempo stesso è cruciale produrre abbastanza cibo per un crescente numero di persone. Un parere, questo, condiviso anche dal rappresentante permanente dell'Olanda alla Fao, Gerda Verburg.Grazie a questo approccio innovativo del telerilevamento, viene fornito agli agricoltori uno strumento concreto per prendere decisioni sul miglior utilizzo dell'acqua e su quale tipo di raccolto far crescere, ma anche sulla stagione della crescita, così che possano finalizzare i loro investimenti.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA RIVISTA

Conferisco il consenso al trattamento dei dati personali