Gli italiani credono ancora nelle potenzialità dell’agricoltura

|
Gli italiani credono ancora nelle potenzialità dell'agricoltura: è questo che emerge dal sondaggio Eurobarometro condotto dalla Ue che ha intervistato un campione di circa 28mila persone nei 28 Stati membri. E per quanto riguarda l'Italia il dato evidente che è emerso è che il 95% degli intervistati ha affermato di credere ancora che aree rurali e agricoltura siano due sfere molto importanti per il futuro del paese.Non solo: molte delle persone intervistate si augurano che la Pac (Politica Agricola Comune) possa in qualche modo incoraggiare i giovani a entrare nel settore agricolo, sviluppando la ricerca e l'innovazione. I giovani. Sono loro la vera chiave su cui puntare per fare in modo che l'agricoltura torni a svolgere un ruolo importante per il futuro del Belpaese.Dal sondaggio, effettuato ad ottobre, emerge netto il pensiero della maggior parte degli italiani che, dopo anni in cui l'agricoltura è stata abbandonata a favore di ben più scintillanti attività, hanno fatto un passo indietro importante rendendosi conto che la terra può ancora dare molto in termini di futuro e prosperità e che accantonarla è un peccato, soprattutto in un momento storico in cui l'Italia fa fatica a reggere il passo degli altri paesi ed è sempre più travolta dalla crisi. L'agricoltura potrebbe insomma regalare ampi margini di crescita. Ed ecco perché tra gli auspici degli italiani che hanno preso parte a questo sondaggio ce ne è anche un altro molto importante: rafforzare il ruolo dell'agricoltore nella catena alimentare, allo stesso tempo investendo nelle aree rurali per stimolare la crescita e nuovi posti di lavoro.Ovviamente, per portare avanti progetti ambiziosi, sono necessari finanziamenti: e sono questi che gli italiani, così come anche tanti altri degli intervistati facente parti dei paesi Ue, chiedono. All'orizzonte peraltro c'è la revisione a metà percorso della riforma della Pac.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA RIVISTA

Conferisco il consenso al trattamento dei dati personali