Gli italiani sono convinti di avere una corretta alimentazione, ma non sempre è così

|

Oltre l’80% della popolazione italiana ha dichiarato di aver adottato nell'ultimo anno almeno un comportamento alimentare salutistico, introducendo nella dieta quotidiana uno degli alimenti raccomandati come la frutta e la verdura e riducendo, soprattutto nelle fasce di età sopra ai 50 anni, il consumo di zuccheri, sale, grassi o alcool.

L’indagine è stata effettuata da Gfk Eurisko su un campione rappresentativo della popolazione italiana e, anche se le risposte degli intervistati farebbero ben sperare sulle abitudini alimentari degli italiani, l’analisi più approfondita dei dati rivela che non è così.

Il sondaggio ha preso in esame diversi aspetti delle abitudini alimentari degli italiani e il confronto tra i diversi risultati ha fatto emergere che la quasi totalità degli intervistati aveva mangiato cibi sani nelle precedenti 24 ore ma, allo stesso tempo, senza riuscire a raggiungere le dosi raccomandate dagli esperti per la corretta alimentazione.

In pratica, pur inserendo nella dieta cibi salutari contenenti tutto ciò di cui ha bisogno il corpo, le loro quantità e la composizione dei pasti non sono adeguate a fornire al corpo i nutrienti necessari.

Ad esempio, il consumo di frutta e verdura in Italia è quotidiano per la maggior parte degli intervistati ma la quantità è minima e distribuita solo su tre porzioni al giorno, mentre l’OMS ne raccomanda almeno cinque. A questo obiettivo arriva solo il 15% circa della popolazione.

Il sondaggio ha inoltre messo in evidenza che chi sbaglia non sa di farlo: il 70% circa degli intervistati ritiene di non dover aumentare la quantità di frutta e verdura prevista nella dieta; percentuale, questa, che si allinea perfettamente con quella della popolazione che ha assunto integratori alimentari negli ultimi 12 mesi (il 30% degli intervistati) in quanto consapevoli dello scarso apporto di nutrienti essenziali per il corpo derivanti dal loro stile alimentare.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA RIVISTA

Conferisco il consenso al trattamento dei dati personali