Glifosato cancerogeno, arrivano i dati pubblici

|

E' ancora particolarmente acceso il dibattito sul glifosato: è cancerogeno oppure no? L'EFSA (European Food Safety Authority) interviene in modo definitivo sulla vicenda comunicando che metterà a disposizione i dati grezzi utilizzati dall'Unione Europea per la valutazione della sicurezza di questo prodotto.

A breve, dunque, gli agricoltori potranno sapere con certezza se poter usare uno degli erbicidi più conosciuti oppure no. La possibilità di avere libero accesso ai dati è un obiettivo importante, frutto della richiesta di quattro europarlamentari del gruppo dei Verdi nel marzo 2016. La richiesta riguardava in particolare tutti i documenti utilizzati dell'EFSA nel parere scientifico sul rinnovo all'autorizzazione europea per la commercializzazione dell'erbicida, soprattutto quelli presentati dall'industria, che rimanevano invece rigorosamente top secret perché contenenti informazioni sensibili.

L'EFSA si era già esposta in merito alla pericolosità del glifosato dichiarando improbabile che quest’ultimo potesse essere cancerogeno per l'uomo, contrariamente a quanto sostenuto dallo Iarc (Centro Internazionale di Ricerca sul Cancro). Aveva allo stesso tempo anche proposto nuovi livelli di sicurezza al fine di rendere più severo il controllo dei residui di glifosato negli alimenti. Adesso, con la possibilità di avere accesso ai dati pubblici, questi saranno sufficienti a far sì che uno scienziato esterno sia in grado di analizzare la valutazione del glifosato effettuata dall'EFSA e dagli Stati membri dell'UE, come dichiarato dalla stessa EFSA.

Una scelta, quella effettuata dalla European Food Safety Authority, fatta nel nome di una sempre maggiore accessibilità ad un settore, quello agricolo, che vive momenti di grande difficoltà. La questione relativa all'utilizzo o meno del glifosato è ampiamente dibattuta. Nel concedere i dati grezzi contenuti negli studi delle aziende produttrici, l'EFSA vuole aumentare ancora di più la trasparenza della valutazione di questo erbicida rispettando la normativa europea in materia di trattamento delle informazioni commercialmente sensibili.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA RIVISTA

Conferisco il consenso al trattamento dei dati personali