La difficile annata delle nocciole

|
Il maltempo che ha caratterizzato gli ultimi mesi ha causato non pochi problemi al settore agricolo nel suo complesso, che si è trovato a dover far fronte a precipitazioni molto più abbondanti del normale e temperature, invece, piuttosto basse rispetto alla media, il che sta influendo negativamente sia sui tempi di maturazione sia sulle rese delle varie produzioni.Anche quella delle nocciole, della quale l’Italia può vantare la coltivazione di alcune delle varietà più pregiate, che quest’anno è stata messa a dura prova dal maltempo – prima le piogge di luglio che hanno ostacolato l’impollinazione e poi le basse temperature di agosto che hanno rallentato la maturazione dei frutti – tanto che secondo le ultime stime il raccolto potrebbe essere circa la metà di quello dello scorso anno, che comunque è stata un’annata particolarmente abbondante.Nonostante la scarsa resa per il 2014 – la produzione media di un ettaro di coltivazione è stata stimata tra i 10 e i 12 quintali, mentre lo scorso anno è stata di 30 – i coltivatori assicurano che i prezzi non saliranno alle stelle, ma si assesteranno sui 7 euro per punto resa, circa 280 euro a quintale.Ma se il raccolto inferiore alla media sembra che non avrà conseguenze sui prezzi della materia prima, non si può dire lo stesso per i prodotti derivati dalle nocciole. Il maltempo non ha colpito solo l’Italia, ma anche paesi come la Turchia (che produce il 70% del raccolto mondiale), da cui provengono le nocciole utilizzate in particolar modo per la produzione di alcuni prodotti dolciari come la Nutella, prodotto italiano esportato in tutto il mondo.A lanciare l’allarme è stato il quotidiano francese Les Echos, secondo il quale la produzione di nocciole turche sarà inferiore di oltre 250 mila tonnellate rispetto a quella dello scorso anno, il che potrebbe corrispondere ad un aumento di circa il 60% del prezzo della materia prima. La Nutella, così, da prodotto disponibile in tutte le famiglie – secondo il quotidiano a livello globale viene venduto un barattolo di Nutella ogni due secondi e mezzo – potrebbe diventare un prodotto di lusso.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA RIVISTA

Conferisco il consenso al trattamento dei dati personali