La Pasta di Gragnano diventa IGP

|
L’Unione Europea ha ufficialmente riconosciuto la Pasta di Gragnano come una delle eccellenze alimentari italiane, certificandola con la denominazione ‘Pasta di Gragnano’ Igp nel registro delle Dop e Igp.La Pasta di Gragnano, con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea di questo riconoscimento, porta a 254 le denominazioni italiane riconosciute in ambito comunitario e rappresenta un traguardo molto importante per l’Italia che vede finalmente registrata in ambito comunitario il primo prodotto della categoria ‘Pasta alimentare’.Anche il Ministro delle Politiche Agricole e Forestali Nunzia de Girolamo ha espresso la sua soddisfazione per questo risultato:
Il riconoscimento europeo della ‘Pasta di Gragnano’ come Igp premia l’altissima qualità delle produzioni agroalimentari della mia Campania e dell’Italia tutta. Questo è frutto dell’imprescindibile legame col territorio e delle sapienti e attente tradizioni degli artigiani della pasta. Salgono così a 254 le denominazioni italiane riconosciute, che confermano, ancora una volta, la nostra posizione di leadership in Europa.
La ‘Pasta di Gragnano’, eccellenza locale e italianaLa Pasta di Gragnano nasce da una lontana tradizione di pastai che risale fino agli inizi del 1500. Il comune di Gragnano (in provincia di Napoli) ancora oggi viene identificato come il comune della pasta e il suo prodotto tipico (realizzato solo con farina di grano duro e acqua delle falde acquifere della zona) è conosciuta in tutta Italia per le sue caratteristiche peculiari, le stesse che l’hanno fatta entrare di diritto nelle eccellenze alimentari italiane.La Pasta di Gragnano si riconosce per il suo colore giallo paglierino e per il suo aspetto esterno omogeneo, senza macchie bianche o nere, senza presentare bolle d'aria, fessure o tagli, muffe, larve o parassiti o corpi estranei.La superficie è rugosa, in modo da tenere meglio la cottura e risultare sempre al dente e anche per legare meglio con i vari condimenti, e la si può trovare in tantissimi formati diversi, tutti comunque trafilati al bronzo.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA RIVISTA

Conferisco il consenso al trattamento dei dati personali