Lotta biologica: le coccinelle sono gli insetticidi naturali per l’orto

|

Che sia per passione o per necessità, il primo beneficio che si ottiene dalla coltivazione di un orto domestico è quello di avere prodotti sani e genuini, cresciuti senza stimolatori della crescita o di altre sostanze atte a proteggere gli ortaggi da insetti e parassiti.

Il problema è, però, che anche nei nostri orti domestici abbiamo la necessità di proteggere le coltivazioni da questi potenziali distruttori. Come si può fare, quindi, per mantenere la salubrità dei prodotti degli orti domestici e, allo stesso tempo, proteggerli da insetti e parassiti senza l’utilizzo di insetticidi e pesticidi?

Il modo migliore per farlo è quello di coltivare nell’orto domestico alcune piante che sono in grado di attirare gli insetti buoni.

In natura, infatti, si distinguono due tipologie di insetti: gli insetti che per sopravvivere si nutrono delle piante – che sono quelli che si deve cercare di eliminare – e gli insetti che, invece, si nutrono di altri insetti.

In questa seconda categoria ci sono le coccinelle. Questi piccoli insetti, eletti anche come simbolo dell’agricoltura biologica, si nutrono di altri insetti e, quindi, sono una sorta di antiparassitario naturale.

Il problema è come riuscire a farli arrivare e a farli rimanere nei pressi del nostro orto domestico. Anche in questo caso è la natura stessa che ci viene in soccorso.

Esistono delle particolari specie di piante che, infatti, attirano, forse grazie al loro aroma, le coccinelle. Ce ne sono di diverse specie, e si tratta sia di piante commestibile che di piante aromatiche che dovrebbero essere previste nella progettazione dell’orto domestico.

Nella prima categoria, le piante commestibili, nell’orto domestico, al fine di allontanare insetti nocivi e parassiti e attirare le coccinelle, ci sono il rafano, i cavolfiori ed i broccoli. Il consiglio è di alternare file di broccoli o di cavolfiori ad altri ortaggi o, quando non è più  la loro stagione, di lasciare gambi di questi ortaggi nel terreno.

Ma, come anticipato, ci sono anche delle piante aromatiche e fiori che attirano le coccinelle con la stessa efficacia. Tra queste troviamo la calendula, la potentilla, il tarassaco, i gerani, il fiordaliso, l’ortica, la salvia, il timo e il coriandolo.

In questo caso, è consigliabile prevedere nella progettazione dell’orto domestico una bordatura o dei vasi, da posizionare intorno all’orto, con queste piante.

Una terza soluzione è quella di piantare determinati tipi di piante molto vicine l’una con l’altra, in modo da sfruttare l’effetto sinergico, una sorta di collaborazione che le piante mettono in pratica per proteggere loro stesse e le altre piante intorno a loro. Alcuni esempi sono la menta e i pomodori che proteggono gli alberi da frutto, il rosmarino e la salvia per carote e fagioli, o, ancora, il timo per proteggere i cavoli dalla farfalla cavolaia e i fiori di lino per proteggere le patate dalle dorifere.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA RIVISTA

Conferisco il consenso al trattamento dei dati personali