Mele, aumentano le vendite

|
Gli ultimi dati rilasciati da Assomela, il Consorzio delle Organizzazioni di Produttori di mele italiani, confermano le prospettive positive di qualche mese fa di una graduale ripresa del mercato, sia per quanto riguarda la rimuneratività del prodotto che l’equilibrio tra le giacenze e la domanda, ponendo in tal modo delle ottime condizioni per la prossima stagione.Secondo le analisi effettuate da Assomela, i dati di vendita relativi al periodo fino al 31 marzo 2015 evidenziano un forte aumento delle vendite, che ha raggiunto il livello record di 1.446.370 tonnellate, il 17% in più rispetto allo stesso periodo della stagione precedente. Questa forte accelerazione delle vendite ha avuto degli effetti particolarmente positivi sulle giacenze di mele da tavola, riducendo del 68% il volume di frutti disponibili tra il raccolto 2014 e quello 2013, passato da 307.418 a 98.710 tonnellate.Nello specifico, si è rilevata una forte accelerazione per quanto riguarda le varietà del gruppo Gala, le cui vendite in questa parte di campagna sono state di 279.873 tonnellate (+16% rispetto alla stagione precedente), portando così la giacenza residua a 11.690 tonnellate. Ottime performance anche per le Red delicious, con 177.253 tonnellate vendute al 31 marzo 2015 (+32%), per le Fuji (121.848 tonnellate vendute, il +26% rispetto al 2014), e per le Golden delicious, le cui vendite, pari a 110.259 tonnellate, sono aumentate del +20% sul 2014.La situazione del mercato è molto positiva anche per varietà meno conosciute come la Granny Smith, che le cui vendite nel mese di marzo 2015 hanno raggiunto le 23.386 tonnellate, un aumento del 65% si base stagionale, e la Braeburn.Questa forte accelerazione della vendita di mele ha avuto un impatto indubbiamente positivo anche sulle giacenze di prodotto derivanti dalla eccedenza di produzione della scorsa stagione: secondo Assomela, infatti, nei mesi di aprile e maggio, periodo in cui le vendite sono generalmente più alte, verranno assorbite le giacenze, riportando così la disponibilità e l’offerta ad un livello più equilibrato.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA RIVISTA

Conferisco il consenso al trattamento dei dati personali