Pac, siglato l’accordo per l’anticipo dei fondi europei

|

Buona notizia per gli agricoltori italiani: il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali fa’ sapere che l'accordo tra Mipaaf, Associazione Bancaria Italiana, e Agea è stato sottoscritto e porterà a breve importanti novità. L'obiettivo? Quello di dare il via all'anticipazione dei contributi europei della Pac dal 2016 a tutti gli agricoltori beneficiari.

Un accordo davvero molto importante che metterà le banche nella posizione di provvedere all'anticipo di almeno il 70% dei pagamenti di base e del greening in esenzione. Molta è la felicità da parte di coloro che potranno beneficiare di questo accordo, firmato a Roma dal Ministro Maurizio Martina, dal Presidente di ABI Antonio Patuelli e dal Direttore di Agea Stefano Antonio Sernia.

La conseguenza più immediata si concretizzerà nella possibilità di avere a disposizione in modo più rapido soldi da poter investire per lavorare meglio e con più serenità. Stando a quanto confermato nell'accordo tra le parti, le erogazioni saranno previste come sempre entro il mese di novembre con una percentuale che passerà però dal solito 50 al 70%. Più liquidità dunque, e notevoli margini di manovra per gli addetti ai lavori.

Il Ministro Maurizio Martina si è detto soddisfatto di quanto ottenuto. Un piccolo grande risultato che favorisce gli agricoltori dato che la maggiore disponibilità di risorse economiche aiuterà le aziende a programmare meglio le loro attività e a superare alcune delle tante difficoltà che, complice la crisi, si sono presentate negli ultimi anni. Come possono fare le aziende per chiedere alle banche aderenti l'anticipo previsto dal protocollo? Ad ogni agricoltore sarà consegnato un codice Pin relativo al diritto di pagamento e un Otr univoco che consentirà una unica erogazione presso un singolo istituto bancario. Con piccoli controlli incrociati la banca potrà subito verificare se le condizioni richieste sono state rispettate e provvedere al versamento anticipato.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA RIVISTA

Conferisco il consenso al trattamento dei dati personali