Le città in lizza per il premio Capitale verde europea 2015

|

È iniziata la caccia alla migliore città del “Vecchio Continente”, quella che si aggiudicherà il premio Capitale verde europea 2015. La ricerca, sollecitata dalla Commissione Ue è volta a scovare la città maggiormente all’avanguardia, in grado di farsi portatrice di un life-style urbano che rispetta l’ambiente. La migliore città potrà, dunque, essere uno stimolo aggiuntivo per le sue sorelle sparse nel continente. Lo scopo principale del premio è sicuramente quello di vedere ogni luogo urbano diventare un posto gradevole, salubre, in una sola parola vivibile.

Spiegano meglio l’iniziativa le parole di Janez Potočnik, Commissario europeo responsabile per l’Ambiente:

Il premio per la capitale verde europea mette in evidenza gli sforzi locali volti a migliorare l’ambiente urbano e a promuovere una crescita sostenibile. Nell’inaugurare il concorso per la sesta edizione della Capitale verde europea per il 2015 desidero incoraggiare le città a candidarsi e ad usare questa opportunità per rivedere ed evidenziare gli obiettivi ambientali raggiunti e pianificare un futuro sostenibile per i loro cittadini.

Entriamo nello specifico di questa particolare competizione, declinando i tre obiettivi principali del premio in palio:

  • Rendere merito a quelle città che hanno già raggiunto obiettivi ambientali di rilievo;
  • Sollecitare le città a impegnarsi in iniziative ambiziose per il miglioramento ambientale e lo sviluppo sostenibile;
  • Diventare messaggeri di un modello in grado di ispirare altre città e promuovere le migliori prassi ed esperienze in tutte le altre città europee.

In lizza per il primo posto ci sono tutte le città europee che superano i 200 000 abitanti. Il premio è rivolto ai 27 Stati membri dell’Ue, ai paesi aderenti (Croazia), ai paesi candidati (Turchia, ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Montenegro, Islanda e Serbia), e agli altri paesi dell’area economica europeo (Norvegia e Liechtenstein). Il premio è assegnato da una giuria internazionale affiancata da un gruppo di esperti di fama mondiale appartenenti a diversi settori ambientali. I paesi dove non vi sono città di oltre 200 000 abitanti possono candidare la città più grande.
 Sono ben dodici i parametri con cui valutare le città: contributo locale al cambiamento climatico globale, trasporti sostenibili, uso sostenibile del suolo nelle aree verdi urbane, promozione della natura e della biodiversità, qualità dell’aria, livelli di inquinamento acustico, gestione dei rifiuti, consumo di acqua, trattamento delle acque reflue, ecoinnovazione e occupazione sostenibile, gestione ambientale delle autorità locali e prestazione energetica. In conclusione, ecco alcune coordinate online dove le città possono possono presentare la propria candidatura: www.europeangreencapital.eu.

Le domande possono essere presentate fino al 15 ottobre 2012. La città vincitrice sarà proclamata nel mese di giugno 2013.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA RIVISTA

Conferisco il consenso al trattamento dei dati personali