Regalo e Baratto in Agricoltura, al via il primo raduno

|

Le nuove tecnologie sono un ottimo strumento per mettersi in contatto con persone che hanno gli stessi nostri interessi e che condividono le stesse passioni, anche se queste non sono puramente tecnologiche.

Facebook soprattutto si presta ad essere il luogo virtuale di scambio per eccellenza, una piattaforma dove le idee nascono e si sviluppano e possono portare a dei grandi risultati. Come è successo al gruppo Regalo e Baratto in Agricoltura, nato dalla volontà dei suoi creatori per creare un posto, aperto a tutti e sempre accessibile, dove poter barattare e regalare prodotti agricoli e biologici.

In pochi mesi di vita il gruppo Regalo e Baratto in Agricoltura è riuscito a raggiungere i 2000 iscritti. Qui, adesso, non ci sono più solo persone che vogliono regalare e barattare semi, piante e animali: il valore aggiunto del gruppo è diventato la condivisione del sapere agricolo con lo scambio di suggerimenti, informazioni e consigli.

Anche nell'era di Facebook e della rete - scrive Marco Damele dell'Anga e promotore di Regalo e Baratto in Agricoltura - il nostro gruppo ha ritagliato un proprio spazio e svolge ogni giorno un ruolo primario: non solo fornisce informazioni, suggerimenti e prodotti agli addetti del settore come ai semplici appassionati, ma anche gli stimoli per un ritorno alla terra indispensabile alla crescita e all'innovazione. 2000 membri, un serbatoio mentale di idee e prodotto, di capacità individuale, di scienza e di tecnica. Transazioni concluse, offerte rifiutate, accettate e condivise o semplicemente osservate, in un microcosmo fuori dal tempo e da schemi precostituiti.

Un ritorno alle origini, quindi, che passa per le nuove tecnologie. E che si spinge anche oltre. Infatti, il gruppo Regalo e Baratto in Agricoltura, ora che ha raggiunto una così consistente quota di iscritti, si tramuterà anche in realtà, con il raduno aperto a  tutti gli iscritti che i creatori dello stesso hanno deciso di organizzare. L’appuntamento è per il 10 agosto ad Albenga e sono già molti gli iscritti che hanno confermato la loro partecipazione.

Il nostro è un gruppo  eterogeneo di non solo agricoltori per lavoro, ma di uomini e donne che hanno  passione per la natura, che la vivono per il proprio piacere: chi ha un piccolo  orto o galline per uso familiare, chi inaspettatamente ha un esubero di  pesciolini, chi ha nozioni specifiche nel settore. Riuniti in un social network  e a breve, il 10 di Agosto ad Albenga , intorno ad un tavolo imbandito di un  agriturismo, come del resto si riunivano i nostri progenitori, usufruitori del  baratto, intorno al fuoco.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA RIVISTA

Conferisco il consenso al trattamento dei dati personali