Tabacco: Catania soddisfatto dell’accordo tra JTI e TTI

|

Recentemente, noi di Netafim avevamo aggiornato i nostri lettori sulle condizioni attuali del tabacco Made in Italy e sulle previsioni future. Nei giorni scorsi una notizia molto positiva ha sollevato il morale degli addetti al settore, nonché del Ministro dell’Agricoltura, Mario Catania: stiamo parlando dell’accordo tra JTI e TTI (Consorzio Trasformatori Tabacco Italia).

L’accordo prevede che JT International si impegni nei prossimi 2 anni per l’acquisto di tabacco Virginia italiano dalle Regioni Umbria e Veneto per un quantitativo variabile tra 20 e 24 mila tonnellate. Le dichiarazioni di Catania, espresse subito dopo il momento della firma, sono sinonimo di soddisfazione per il contratto siglato:

L’accordo siglato oggi da JTI e il Consorzio Trasformatori Tabacco Italia (TTI) sull’acquisto di tabacco italiano è una tappa importante nel percorso di salvaguardia della nostra filiera, a cui guardiamo con attenzione per garantirne la competitività internazionale. Attraverso questa intesa, frutto di un lavoro condiviso da tutti i soggetti coinvolti, si concretizza l'approccio pluriennale indispensabile per consentire alle nostre imprese agricole di lavorare con serenità con un orizzonte temporale adeguato. Questo accordo è un passaggio fondamentale per il futuro della filiera che ha sofferto la fine della precedente Politica agricola comune, che prevedeva un importante sistema di aiuto accoppiato per la produzione di tabacco. Tuttavia il comparto oggi sta trovando nuovi equilibri ed è importante che possa guardare al futuro con fiducia, puntando sulla razionalizzazione del settore. Il mio auspicio per il prossimo futuro è che il mondo del tabacco italiano si riveli capace, creando anche un quadro più stabile di relazioni interprofessionali, di affermarsi come un vero e proprio punto di riferimento sia a livello nazionale che internazionale.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA RIVISTA

Conferisco il consenso al trattamento dei dati personali