I mille e uno impieghi della zucca, dalla cucina alla cosmetica

|

Complice la ricorrenza di Halloween, ormai celebrata da diversi anni con entusiasmo anche in Italia, la zucca dolce (Cucurbita maxima) in questo periodo torna protagonista indiscussa di piatti e decorazioni. In Italia il primato incontrastato nella produzione di zucche va alla Lombardia che coltiva in prevalenza la varietà Delica e produce oltre due milioni e mezzo di zucche ogni anno. Con le province di Mantova, Pavia e Cremona la regione conta ben 500 ettari di terreni destinati alla coltivazione della zucca. A seguire, nella classifica delle regioni più produttive, incontriamo l’Emilia Romagna, il Veneto ed in misura minore la Toscana.

Lo scorso anno, stando ai dati diffusi dalla Coldiretti, il mercato delle zucche da intaglio ha fruttato al comparto ben 400 milioni di euro, dando nuovo slancio al settore dopo un decennio poco felice. Le zucche, peponidi appartenenti alla famiglia delle Cucurbitaceae, vengono infatti utilizzate per ricreare la figura leggendaria di Jack-o'-lantern, fabbro di origini irlandesi che strinse un patto con il diavolo. Si narra che il diavolo colpì Jack con un tizzone ardente. Da allora è usanza intagliare occhi, naso e bocca in una zucca svuotata dalla polpa e dai semi e piazzare all’interno una candela. La zucca viene posizionata sui davanzali delle finestre per tenere lontani gli spiriti.

 La polpa della zucca, dolce e versatile, trova invece facile impiego in mille diverse ricette: da raffinati risotti a squisite vellutate insaporite da prezzemolo e cannella, dai muffins che piacciono tanto a grandi e piccini alle torte morbide e fragranti. Proprio la sua versatilità in cucina e l’apprezzamento dei consumatori hanno favorito la nascita di una sinergia tra i produttori italiani e le aziende agrituristiche, volta a valorizzare la zucca con sagre e degustazioni gastronomiche.

L’ortaggio è inoltre caldamente consigliato da dietologi e nutrizionisti, in virtù del suo scarso apporto calorico, appena 18 calorie per 100 grammi, a fronte dell’alto tasso di acqua, vitamina C e antiossidanti, composti bioattivi in grado di arrestare i radicali liberi contrastando l’invecchiamento cellulare. Della zucca si utilizzano anche i semi, noti per le loro proprietà vermifughe. La polpa è molto apprezzata in cosmetica nei trattamenti seboequilibranti naturali: le maschere per il viso alla zucca sono infatti in grado di purificare in profondità la pelle dalle impurità, senza le controindicazioni dei cosmetici sintetici, ben più aggressivi.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA RIVISTA

Conferisco il consenso al trattamento dei dati personali